DANIEL GRIGORI

Sono caduta nella saga di Kate

Ebbene sì, giungo anch'io alla spiaggia dei libri letti e alle critiche (positive o/e negative) che un libro può suscitare. Dopo anni a rimandarne la lettura, nonostante sia comunque incappata nella visione del film omonimo, solo quest'anno mi sono decisa a leggere Fallen, diventato ormai un'emblema della letturatura dedicata agli young adult e a chi di gran lunga preferisce un tocco di "paranormale" al banale e crudo scenario della realtà. Difficile scegliere, vero?

Torment by Lauren Kate

Sono tornata con un'altra recensione. Sarà certo più breve e meno dettagliata di Fallen, ma solo perché questo secondo romanzo non mi ha conquistata. Lucinda Prince e Daniel Grigori sono qui impegnati in una estenuante lotta contro il tempo, che li vede al centro di una Tregua prima della grande guerra che sommergerà il mondo.

Partiamo dal principio di questo nuovo aspetto della storia d'amore tra Luce e Daniel. L'ambientazione cambia, non siamo più alla cupa e sinistra Sword & Cross, ma in un meraviglioso collegio per ricconi, la Shoreline. Location meravigliosa, verde, perennemente illuminata da sole e stelle, che finalmente restituiscono alla storia un po' di colore (nonostante l'approccio più malinconico della Sword & Cross resti il mio preferito) e impariamo a conoscere una Lucinda Price ben diversa dal primo romanzo. Unico dettaglio che non ho potuto fare a meno di notare e che riporterò in questa recensione per scoprire se sono matta: alla Shoreline c'è un boschetto (meno inquietante di quello che costeggia i confini della Sword & Cross), dove feste e testarde escursioni di Luce ne portano alla luce gli angoli nascosti.